0

Alatri – Disabili dimenticati, la denuncia di Iannarilli e Coccia

Ascolta con webReader

E’ un tema molto delicato quello delle barriere architettoniche e forse affrontarlo in campagna elettorale può far storcere il naso a qualcuno. Ma se l’obiettivo ultimo è quello di abbatterle e rendere giustizia a quanti oggi subiscono disagi e discriminazioni in relazione alle proprie difficoltà motorie o fisiche in generale, qualsiasi occasione può essere giusta per una riflessione e, magari, per una soluzione. Questo spunto l’ha lanciato il candidato Sindaco alle prossime comunali, Antonello Iannarilli, che dichiara quanto segue: “Inaccettabile il trattamento  che il Comune di Alatri dimostra di riservare a persone che pagano lo scotto della propria disabilità tutti i giorni, andando incontro a difficoltà e umiliazioni di ogni genere! E come se non bastassero i disagi e le mortificazioni alle quali sono costrette, devono vedersi private anche del dritto di accedere ad un parcheggio, il cui ingresso viene paradossalmente negato,con disinvolta insensibilità, proprio dalla nostra Amministrazione! Qualche giorno fa, insieme alla giovane candidata Giada Coccia e su richiesta di una famiglia, sono stato invitato ad ascoltare il racconto della drammatica quotidianità che purtroppo deve subire un disabile ad Alatri – ha spiegato Iannarilli. Trovo grottesco che l’Amministrazione abbia predisposto i parcheggi per i disabili al piano interrato del parcheggio multipiano, per giunta anche contrassegnati da segnaletica, costringendoli ad intraprendere una sorta di via crucis, su e giù con la carrozzina, lungo la stessa corsia destinata alle automobili. Non ho davvero parole per descrivere una situazione tanto vergognosa quale quella alla quale ho personalmente assistito! Come potete notare dalle foto, in zona San Francesco, i nostri Amministratori sono stati addirittura capaci di disporre la sistemazione di cassonetti per la raccolta di indumenti proprio sopra lo stallo, per giunta in discesa, destinato alle categorie svantaggiate – ha proseguito – dimostrando non solo totale incuria verso la causa dei più deboli, ma anche un’assoluta incapacità di vigilare. Da qui, l’auspicio che dopo questa denuncia, si provveda subito ad intervenire per sanare questo scempio, che altrimenti, sarà una delle mie priorità risolvere se diventerò Sindaco – conclude Iannarilli.

 

cassonetto vestiti disabili cassonetto giallo

 

Condividi:

Lascia un commento