0

Rubrica – Pillole di sarcasmo contro … : Ricordati che devi… vivere

Ascolta con webReader
Pillole di sarcasmo contro il reflusso esistenziale.
di Paola Manchi

 

Da oggi, siamo tutti figli di Google che, grazie ad “Obiettivi”, la nuova funzione di Calendar, ci aiuterà a raggiungere i nostri scopi seguendoci amorevolmente, incoraggiandoci, spronandoci e forse anche complimentandosi con noi per i nostri successi. Noi, che ci siamo ribellati da giovani alle nostre mamme che ci facevano mettere la canottiera e ci sentiamo antichi quando compriamo la canottiera ai nostri figli, finalmente avremo un’applicazione sviluppata apposta per tempestarci di raccomandazioni. Va detto che forse i programmatori di Google non lo sanno che noi italiani l’applicazione “obiettivi” ce l’abbiamo già, si autoinstalla alla nascita, non aggiorna mai i dati (ci considera sempre bambini), non si può disinstallare e cucina benissimo… si chiama “mamma” ed a volte può entrare in conflitto con altre funzioni simili come “moglie” e “suocera”, ma questa è un’altra storia. Comunque, Obiettivi semplicemente ci chiede di impostare un obiettivo, tipo correre una maratona, di indicare una data entro cui raggiungerlo, di scegliere con che frequenza dedicarsi ad esso, poi controlla le attività registrate sul calendario pianifica giorni ed ore in cui svolgere l’attività indicata e pianifica i nostri allenamenti mandandoci notifiche giornaliere nelle ore individuate come libere e adatte per la corsa. Certo, Obiettivi, a differenza di Mamma, mica lo sa se poi, invece di correre, approfittiamo dell’ora libera per una pennichella o un gelato e forse il segreto è tutto qua. Abbiamo bisogno di delegare la gestione della nostra vita, ma scegliamo di farlo con lo smartphone, che non giudica, non può controllare, non si arrabbia né racconta in giro i fatti nostri. Lo smartphone, più che uno status symbol, sta diventando un’estensione di noi stessi. Senza di esso non saremmo in grado di gestire i nostri rapporti sociali, anzi social, né di organizzare i nostri orari, il tempo libero, anzi non ci accorgeremmo neppure di avere tempo libero né ricorderemmo chi siamo, forse, se non potessimo guardare ogni tanto un selfie memorizzato. Persino dedicarsi con costanza ai nostri obiettivi sarà più facile appena attivata la funzione, speriamo solo che insieme a Obiettivi venga resa disponibile anche la funzione “Scuse e alibi”.

Condividi:

Lascia un commento