Press "Enter" to skip to content

Alatri – Bellincampi non si candida ma si schiera “senza se e senza ma” – TG24.info

Condividi:
Ascolta con webReader
Luciano Bellincampi, ex sindaco di Alatri e tra i fondatori del movimento civico “Alatri in Comune” spiega così il suo sostegno alla candidatura a Sindaco di Tarcisio Tarquini.

L’aveva detto fin dall’inizio dell’avventura di ‘Alatri in Comune’ che non sarebbe sceso in campo in prima persona ma che avrebbe lavorato sodo per il progetto e così è stato. Luciano Bellincampi, ex sindaco breve ma “rivoluzionario” di Alatri negli anni Novanta e affermato imprenditore e formatore oggi, interviene per motivare la sua scelta chiara e convinta a sostegno dell’amico con il quale mesi fa ha ideato la prima novità di queste elezioni: “Tarcisio Tarquini – dice Bellincampi – è secondo me la persona più adatta a scrivere una nuova pagina della storia cittadina improntata al rinnovamento civile e sociale, alla ricostruzione di una comunità, all’innovazione che apra ai giovani opportunità di impegno e lavoro. Il percorso politico e professionale mio e quello di Tarquini sono stati diversi, il nostro incontro è stato recente, provocato dalla volontà di cambiare la nostra città, ferma da anni e imprigionata dai partiti. Io metterò la mia esperienza e le competenze che ho maturato in anni di attività imprenditoriale e amministrativa – spiega Bellincampi – a servizio di un progetto che io e Tarcisio abbiamo concepito insieme con tanti amici e amiche, e che oggi è condiviso e arricchito dai contributi di Prospettiva Futura e Patto Civico. Abbiamo deciso – commenta Bellincampi – di costituire una lista di persone che non hanno mai ricoperto incarichi amministrativi. E se da una parte questo significa “vero rinnovamento” dall’altra rappresenta l’assenza voluta dei così detti “portatori di voti”. La nostra campagna elettorale si basa infatti sui contenuti del programma e sulla responsabilità presa da ogni singolo candidato di realizzare il progetto di cui si è fatto, o si fa, portavoce. Siamo stati i primi a presentare un programma e, per quanto possibile, abbiamo già iniziato ad attuarlo e a mettere in piedi iniziative concrete disensibilizzazione e supporto ai cittadini. Abbiamo trovato una comunità attenta alle problematiche della città e interessata a proposte politiche convincenti che hanno il coraggio di guardare lontano. La strada è ancora lunga e il risultato elettorale determinerà il successo della nostra iniziativa solo in parte. Vogliamo convincere tutti che la strada che indichiamo è l’unica possibile, ma aver messo insieme tante persone che amano Alatri e sono disposte a impegnarsi è già un enorme successo. Ed è una garanzia che andremo avanti. La nostra non è solo una proposta elettorale, come mi pare siano quelle che sono entrate in campo. Il nostro è un progetto civico di cambiamento che andrà avanti e si rafforzerà sempre di più Siamo un’idea nata per andare oltre il 5 giugno, chiarisce Bellincampi. Tarquini non deve costruirsi una carriera politica e i tanti giovani che collaborano con noi dimostrano che una nuova, e competente, classe dirigente non solo è necessaria ma possibile. Ci basiamo- chiude Bellincampi– sul connubio tra esperienza e rinnovamento ma il minimo comune denominatore di tutte le persone che orbitano intorno ad Alatri in Comune è l’amore incondizionato per la nostra città e la consapevolezza che la rotta vada invertita. È possibile, adesso. Se tutti facciamo la nostra parte. Se tutti ci crediamo”.
A.T. / TG24.info

Be First to Comment

Lascia un commento

Mission News Theme by Compete Themes.