0

Frosinone – I Giovani Dem sugli attacchi ai migranti

Ascolta con webReader
Luca Fantini: “Una grave manifestazione di intolleranza che non accettiamo”

fantini lucaI Giovani Democratici di Frosinone e di tutta la provincia non ci stanno e condannano fermamente l’irruzione di Casapuond presso il centro di accoglienza migranti di Frosinone e l’attacco presso il Centro Caritas di Sora. Qualcuno, finalmente, ha deciso di farsi sentire e alza la voce contro questi atti di intolleranza abbastanza nuovi nella nostra provincia che, tra l’altro, non è tra le più colpite dal fenomeno della immigrazione. “Una grave manifestazione di intolleranza lontana dai principi di solidarietà e di uguaglianza a cui si ispira la nostra Costituzione – dichiara Luca Fantini, Segretario Provinciale GD che continua- In questo atto, compiuto all’indirizzo di poco più di una ventina di richiedenti asilo, stipati per pochi giorni nelle tende di un centro di accoglienza provvisorio, si legge, ancora una volta, l’arrogante pretesa di voler giocare sui sentimenti di paura e di odio che muovono le forze populiste di tutta Europa. Noi abbiamo scelto invece di accettare la sfida dell’accoglienza e dell’integrazione, una strada senz’altro più impervia ed impegnativa ma che costituisce un’opportunità e che si pone in linea con quella che è la storia e con i valori che hanno ispirato i movimenti migliori della nostra Repubblica”.

 Dello stesso parere Marco Tallini, Segretario GD Frosinone: “Il valore dell’accoglienza è un elemento cardine insito nella storia della nostra città. Nessun frusinate consapevole delle proprie radici e del proprio passato può essersi sentito rappresentato da quella arrogante e violenta manifestazione. Solo pochi giorni fa, a Frosinone, noi Giovani Democratici insieme ad altre sensibilità europeiste del nostro territorio e ai cittadini, abbiamo dato vita ad un dibattito serio e costruttivo sulle prospettive e sulle politiche necessarie per rilanciare il processo di integrazione europea. È stato un confronto franco ed aperto da cui sono emersi diversi temi e diverse necessità che ovviamente riguardano anche il modello di accoglienza e di integrazione che dovremmo adottare. Modalità lontane anni luce da quelle utilizzate da Casapound, violente e minacciose anche nei confronti di nostri esponenti.
 il terzo a far sentire la propria voce è Francesca Dell’Unto, Responsabile Diritti della Segreteria Provinciale dei Giovani Democratici Francesca Dell’Unto: “A Sora e Frosinone si è scritta una pagina bruttissima della storia recente del nostro territorio – afferma–. Manifestazioni come queste non scalfiranno la nostra idea che sia possibile costituire una rete di accoglienza che agevoli l’inclusione, all’interno della nostra società, di persone che fuggono da luoghi di guerra e persecuzione in cerca di un’opportunità. In questo la nostra provincia può e deve rilanciarsi con un ruolo attivo, siamo tutti chiamati a dare un contributo attraverso l’impegno delle istituzioni, della politica e dei tanti volontari e operatori del settore che si prodigano in prima linea e a cui va tutta la nostra solidarietà”.
Andrea Tagliaferri foto di TG24.info
Condividi:

Lascia un commento