Alatri – Torna il Teatro: in scena “Un Amore Di-Versi”

Ascolta con webReader

teatro_alatri

Lo spettacolo diretto dal regista Luca Simonelli si terrà domenica 14 febbraio, nel giorno di San Valentino, alle ore 18,00 in biblioteca comunale.

Tornano gli appuntamenti teatrali del Progetto Officine Culturali 2014 – 2016 della Regione Lazio, in collaborazione con il Comune di Alatri e Bon Voyage Produzioni. Domenica prossima, 14 febbraio, ad Alatri, infatti, si terrà il secondo spettacolo della serie, sempre presso la un amore di versiBiblioteca Comunale “Luigi Ceci”, alle ore 18,00. Il titolo è suggestivo e originale, “UN AMORE DI-VERSI ” di e con Luca Simonelli e i suoi allievi attori della scuola teatrale di Alatri che hanno seguito il laboratorio teatrale nei mesi scorsi. Un appuntamento da non perdere! Il 28 Febbraio, infine, seguirà il terzo spettacolo “Ah L’Amore, L’Amore” di e con Amedeo Di Sora stessa location, stesso orario.

A.T. Continue Reading

Condividi:

Alatri – Roberto Rossi, primo candidato consigliere a sostegno di Iannarilli- Tg24.info

Ascolta con webReader

alatri vista

Ormai la campagna elettorale è ufficialmente partita. Il primo candidato consigliere ad uscire pubblicamente a sostegno di Iannarilli è Roberto Rossi.

Roberto Rossi ufficializza la sua candidatura con Forza Italia a sostegno del Candidato Sindaco Antonello Iannarilli. Fra pochi mesi si torna alle urne per rinnovare il sindaco ed il consiglio comunale della terza città della provincia e si stanno formando le liste. “La decisione di scendere nuovamente in campo– dichiara Rossi- è stata presa in seguito ai risultati dell’ultima campagna elettorale. La passione per la politica e il bisogno di coerenza all’interno di essa hanno determinato la scelta di mettere a disposizione della città di Alatri non solo la mia esperienza, ma anche la volontà di affrontare e risolvere le problematiche dei miei concittadini come ho sempre fatto anche non ricoprendo il ruolo di consigliere comunale. Il mio intento è anche quello di riportare vita nella nostra città, vista ormai da persone al di fuori una città spenta e abbandonata mettendo a disposizione la mia esperienza nel campo dello spettacolo dove sicuramente potrò dare tutto il mio contributo a creare eventi e ridare colore a questo paese ormai grigio e sofferente. La decisione di candidarmi con Forza Italia è stata guidata dal bisogno di coerenza che sento fondamentale. A prescindere dalle scelte politiche nazionali, a livello locale condivido le scelte, i valori e le idee rappresentate da Antonello Iannarilli, persona che stimo e che ho sempre sostenuto fin dalla mia prima candidatura senza mai cedere ad altre proposte di politici improvvisati e mossi dalla convenienza. Dopo tanti successi amministrativi Antonello Iannarilli ha deciso di candidarsi a sindaco di Alatri, scelta che condivido e sostengo perché Alatri merita di essere amministrata da una persona umile, onesta, coerente politicamente e con una grande esperienza amministrativa accumulata negli anni”. Nell’intervento il candidato consigliere non manca di assicurare un pensiero particolare per la sua contrada, Collelavena. Tra i punti del suo programma Rossi sottolinea: • il rifacimento delle due arterie principali: Via delle 5 Strade e Via del Canarolo. • La sistemazione dell’ accesso dalla SS155 Porpuro a Via delle 5 Strade • La realizzazione del primo Centro Anziani di Collelavena che, oltre alle tante attività organizzate, ospita: -Il centro Diurno E.Fanella – La sede della nuova società A.S.D. Collelavena “I Ciclopi del formaggio” -L’associazione “Insieme per Noi” per dare aiuto alimentare alle persone con difficoltà.

A.T.

  Continue Reading

Condividi:

Alatri – Tragedia della strada sfiorata a Basciano, urgono interventi – TG24.info

Ascolta con webReader

basciano21-300x169

Continuano gli episodi di inciviltà e di trasgressione alle regole della strada nella popolosa contrada tra Alatri e Veroli. Madre e figlia salve per miracolo, investito il cagnolino.

Erano circa le 9,30 di questa mattina quando, su via Valle Cicogna nella contrada di Basciano ad Alatri, una mamma con sua figlia di circa 8 anni stavano camminando lungo la provinciale in compagnia del proprio cagnolino YorkShire, che le seguiva passo passo come ogni giorno nel tragitto da casa alla vicina scuola elementare. All’improvviso una vettura che transitava ad alta velocità, come sempre in questa strada e nella adiacente Via Verolana, ha travolto il cane, sfiorando il braccio della bambina che camminava mano nella mano con sua madre. Le grida e i pianti, in particolare della bimba, hanno richiamato l’attenzione dei vicini che sono accorsi per soccorrerle. Per il cane pareva non ci fosse nulla da fare in quanto disteso inerte e con sangue attorno al muso. Mentre si cercava di calmare la piccola e la mamma chiamava il marito, un secondo automezzo, questa volta un furgone, nonostante l’ottima visibilità della strada, che è un tratto rettilineo ed in pieno giorno, non è riuscito a rallentare in tempo ed è passato di nuovo sopra il cagnolino che, quasi per miracolo, si è alzato all’improvviso in piedi e piano piano è parso riprendersi. Anche il secondo veicolo non si è fermato né a soccorrere né a sincerarsi delle conseguenze dell’accaduto. Ma non è tutto. Quello che fa ancor più rabbia e sul quale cercheremo di fare chiarezza nei prossimi giorni contattando Asl e Forze dell’Ordine, è che sono state allertate 118, Asl, Ospedale di Frosinone, Ospedale di Alatri e Servizio Veterinario e nessuno ha fatto nulla o perché “non competente” o perché “chiuso perché sabato” o perché non rispondeva. Un paese civile si vede anche dalla cura che dedica agli animali domestici, oltre che alle persone in situazioni d’emergenza. Quel cane forse è stato fortunato, ma necessiterà lo stesso di una visita che scongiuri danni interni o fratture, ma se lo farà, lo farà privatamente e a pagamento perché nel pubblico, quanto pare, non esiste un servizio di emergenza e tutela. Il sindaco di Alatri, Giuseppe Morini, il Comandante della Polizia Locale Dino Padovani ed il Delegato alla sicurezza Maurizio Maggi, da noi informati ed ascoltati, hanno assicurato il massimo impegno nel cercare soluzioni tecniche adatte per moderare la velocità di transito, la punizione dei trasgressori anche sollecitando l’Amministrazione provinciale che è proprietaria delle due strade interessate, via Verolana e Via Valle Cicogna verso Pignano.

Andrea Tagliaferri Continue Reading

Condividi:

Alatri – Due anni di successi per le “Domeniche al Museo” – Tg24.info

Ascolta con webReader

reperti alatri

Sono numeri molto interessanti quelli diffusi dal Comune sull’afflusso di visitatori e turisti per le Domeniche al Museo, l’iniziativa del Ministro Franceschini che è stata prontamente accolta dalla città ernica nel 2014.

Il Comune di Alatri con il Sistema museale urbano aderisce a “DomenicalMuseo”, mettilo in agenda, dai valore alla tua domenica. L’evento relativo all’apertura straordinaria, con ingresso gratuito al Chiostro di San Francesco sito in piazza Regina Margherita, dove è possibile ammirare il Cristo nel Labirinto, e al Museo civico insistente nel Palazzo Gottifredi, osserverà i seguenti orari: dalle ore 10 alle 13, e dalle 15 alle 19. Il Sistema museale urbano di Alatri ha dato attuazione ad una norma emanata nel luglio del 2014 contenuta nel Decreto del Ministro cristo_labirintoper i beni e le Attività culturali Franceschini, che prevede l’ingresso gratuito nei musei statali ogni prima domenica del mese. E il Sistema museale urbano di Alatri aderisce all’iniziativa “La Notte dei musei” durante la quale viene effettuata una visita con ingresso gratuito al Museo civico e nella location del Chiostro di San Francesco dove c’è il Cristo nel Labirinto. Nel 2014 il Museo civico è stato visitato da 966 persone, mentre nel 2015 le visite sono state 1290. Il Cristo nel Labirinto, invece, nel 2014 ha avuto una frequenza pari alle 3598 unità per toccare quota nel 2015 a 3730 presenze.

A.T.

  Continue Reading

Condividi:

Alatri – Riparte il Doposcuola grazie al 5xMille dei concittadini -TG24.info

Ascolta con webReader

doposcuola_3

La contribuzione volontaria dei residenti nel Comune di Alatri in sede di Dichiarazione dei Redditi ha portato ad un risultato concreto: l’avvio del Doposcuola del Servizio sociale.

Ogni tanto qualche buona notizia per le categorie più svantaggiate arriva, anche grazie al contributo diretto della popolazione, oltre che dalla volontà politica degli amministratori. L’assessore ai Servizi Sociali, nonché Vicesindaco, Fabio Di Fabio, rende noto che l’8 febbraio ad Alatri, presso i locali della biblioteca comunale, riprenderà il servizio di doposcuola, grazie alla diponibilità dei fondi che i concittadini hanno destinato al 5 per mille del Comune di Alatri ed alla volontà politica del Sindaco Giuseppe Morini e dell’intera maggioranza consiliare. Il servizio sarà gestito, nei prossimi quattro mesi, dalla Cooperativa Stile Libero onlus, col coordinamento della presidente dott.ssa Sara Pietrobono. Il Progetto è rivolto ai bambini e ai ragazzi di scuola primaria e secondaria di primo grado con problematiche legate sia all’ andamento prettamente scolastico, sia al disagio psico-sociale. L’obiettivo è quello di seguire l’alunno nella sua totalità, sia nello sviluppo dell’apprendimento che in quello affettivo e sociale, con il supporto di personale specializzato competente sia nell’area dello sviluppo cognitivo che psicologico, supervisionato dalla Dott.ssa Chiara Camperi, psicoterapeuta responsabile del settore socio-educativo per la cooperativa Stile Libero e con pluriennale esperienza in progetti per il servizio sociale e il terzo settore. Le attività verranno organizzate e proposte come un proseguimento di quelle attuate lo scorso anno attraverso le risorse del Servizio Civile Nazionale, rivolte quindi ad una fascia di utenza a rischio di disagio sociale, già in contatto col servizio comunale o segnalato da dirigenti scolastici in accordo con le famiglie interessate. La volontà di realizzare un progetto di attività pomeridiane per alunni con difficoltà relazionali e di apprendimento nasce dalla considerazione che la sinergia e la cooperazione tra scuola, operatori del settore socio-assistenziale, Pubblica Amministrazione e famiglie non può che giovare a chi è in stato di bisogno, offrendo un servizio in più, in termini qualitativi, quantitativi e preventivi, a favore dei nuclei familiari in difficoltà. La finalità è quella di esercitare, stimolare e potenziare le abilità innate di ogni singolo alunno e rendere possibile l’acquisizione di abilità nuove, mediante attività didattiche e socio-ricreative che spesso è difficile o impossibile svolgere a casa, per difficoltà culturali, linguistiche o di altro genere. Questo servizio va ad integrare quelli già attivati dal Comune sul territorio, quali il doposcuola Agapè, avviato da anni in contrada Laguccio, con lo scopo preventivo di accogliere una fascia “intermedia” di nuclei a rischio di disagio sociale o devianza.

A.T. Continue Reading

Condividi:

Alatri – I Cinque Stelle hanno scelto, Gatta candidato a Sindaco -TG24.info

Ascolta con webReader

riccardo gatta e frusone

L’esito delle comunarie e lo strumento della cosiddetta “graticola” hanno dato a Riccardo Gatta, ingegnere nucleare e professore di matematica, l’onere e l’onore di candidarsi a Primo Cittadino pentastellato.

Manca un semplice passaggio burocratico interno al movimento e la scelta sarà ufficiale. Anche se in molti lo davano per scontato, senza lo strumento delle Comunarie e la successiva verifica sul programma e il candidato chiamata “graticola”, nessun candidato può essere designato per il M5S. E così è stato anche per Riccardo Gatta, ingegnere e insegnante di Alatri, che è stato scelto come candidato a Sindaco per la terza città della provincia. Tra le priorità indicate dal neo candidato, noto in paese come persona mite ma determinata, i tagli agli sprechi e il contenimento della spesa ma non come principio a se stante bensì come metodo per trovare risorse da destinare a sociale e progetti innovativi. Uno di questi, citato da Gatta, riguarda l’illuminazione pubblica che con nuove tecnologie potrebbe portare a risparmi molto consistenti da investire altrove. Sul tema caldo delle ultime settimane, poi, ovvero la situazione debitoria delle Casse comunali, l’ingegnere si è riservato di leggere le carte prima di sparare cifre a vanvera come fatto da altri e sottolinea l’assurdità che alla voce finanziamenti europei ci sia la cifra zero. Non manca, ovviamente, il tema dell’acqua e del gestore idrico, su cui è stata ribadita la linea dura del movimento a livello provinciale per l’uscita immediata dall’accordo con Acea Ato5. Nelle parole di Luca Frusone, Deputato pentastellato del territorio, tutta la soddisfazione per questo incarico e per il lavoro svolto dal MeetUp che ora lavorerà sulla composizione di una lista con le solite regole ferree dei “5stelle”.

Andrea Tagliaferri Continue Reading

Condividi:

Alatri – Due defibrillatori per la città dall’Associazione “Amici del Cuore”

Ascolta con webReader

giornata del cuore

Nata da un triste evento, l’associazione oggi si batte per diffondere la cultura della prevenzione cardiocircolatoria soprattutto nello sport. Altri due macchinari donati al territorio.

 

defibrillatore

Oggi, domenica 31 Gennaio, ad Alatri si terrà una importante manifestazione a cura dell’associazione “Amici del cuore”, già protagonista l’anno scorso di eventi sportivi in memoria di Guido Celani, giocatore ed allenatore di Pallavolo scomparso, giovane, per un malore improvviso. La “Giornata del cuore – conoscere- crescere- Ricordare” si terrà in due momenti, al mattino dalle ore 10,30 presso la Sala Consiliare del Comune, dove un convegno descriverà l’importanza dei defibrillatori e della prevenzione nelle problematiche cardio circolatorie. Sarà presente anche il Sindaco Morini, e interverrà un esperto, il cardiochirurgo Dr. Orazio Ferro, dell’Ospedale S. Gerardo di Monza. In questa occasione l’associazione donerà un defibrillatore alla città. Chiuderà la mattinata un concerto del coro “In laetitia Cantus”. Al pomeriggio, poi, dalle 17, presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale il Dr. Giulio Rossi, il prof. Angelo Boezi, il Prof. Domenico Sbaraglia, la prof.ssa Patrizia dell’Uomo (presidente dell’Associazione Amici del Cuore) terranno un incontro molto interessante e alla fine la famiglia Promutico consegnerà un secondo defibrillatore. La giornata si chiuderà con un altro commovente momento, in cui la famiglia di Giacomo dell’Uomo, il giovane parrucchiere scomparso da poco più di un anno per un altro malore improvviso, consegnerà un contributo economico per l’organizzazione di un corso di formazione per l’uso del prezioso macchinario che può salvare molte vite e di cui ogni scuola, ogni palestra, ogni Palazzetto dello Sport, dovrebbero essere dotati.

giornata del cuore

Andrea Tagliaferri Continue Reading

Condividi:

Frosinone – Grandi nomi per il 19° Premio Nazionale Medicina 2016

Ascolta con webReader

Frosinone – Grandi nomi per il 19° Premio Nazionale Medicina 2016

Mancano pochi giorni all’attesissimo evento che premierà medici e professori di fama nazionale. Tutto pronto per l’appuntamento di giovedì 4 febbraio presso l’Amministrazione provinciale di Frosinone.

Grande attesa per giovedì 4 febbraio, quando alle ore 18, presso il Salone di Rappresentanza dell’Amministrazione  provinciale di Frosinone, prenderà il via la  diciannovesima edizione del Premio Nazionale Medicina. Questo evento in passato ha visto molti personaggi sia ciociari che di respiro nazionale premiati per meriti in campo sanitario e di ricerca medica, tra cui il prof. Michele Gallucci urologo e chirurgo di fama mondiale, ora presidente onorario del premi; il prof. Giampaolo Cantore  altro grande della medicina e per diversi anni a capo dell’Istituto Neuromed di Pozzilli e professore della Sapienza di Roma; il prof. Mario Stirpe,  il prof. Dante Manfredi, il prof. Mario Carotenuto, il prof. Francesco Schettini; il prof. Orazio Ferri e il  prof. Aldo Morrone. Impossibile completare l’elenco perché negli anni sono stati davvero moltissimi i premiati, tutti parimenti validi. Tra le personalità che premieranno i vincitori, oltre al presidente Gallucci, S. E. il Prefetto di Frosinone, D.ssa Emilia Zarrilli, il sindaco del capoluogo ciociaro avv. Nicola Ottaviani e il dr. Antonio Pompeo, Presidente della Provincia di Frosinone. A presentare l’evento l’immancabile madrina Paola Delli Colli. In platea il direttivo del premio, composto da nomi davvero eccelsi: il Prefetto Piero Cesari, il direttore artistico Franco Renzi, il Cav. Pio Spinelli, Giuliana de Bonis, l’avv. Silvio Grazioli, Donato de Bonis, Domenico Ruscetta, Angelo Capoccia, il dr. Luigi Proietti,il geom. Antonio Mingarelli, la senatrice Maria Spilabotte,  Anna de Santis. Ufficio stampa: Antonello Lombari (Potenza) e Andrea Tagliaferri (Frosinone).

Ecco l’elenco dei vincitori del premio:

Prof. Franco Maria Gagliardi – primario neurochirurgo Ist.Neuromed Pozzilli (IS)

Prof. Luigi Janiri – direttore specializzazione Psichiatria Università Cattolica Roma

Prof.. Riziero Fini – primario nefrologo di Alatri, Sora e Cassino

Prof. Massimo Scerrati – primario neurochirurgo Aziende ospedaliere universitarie Ancona

Prof. Lucio Vigliaroli – otorino dirigente Alta specializzazione Irccs S.Giovanni Rotondo

Prof. Antonio Santoro- primario neurochirurgo Pol. Umberto Primo

Dott. Giacinto Marrocco – primario S.Camillo Pediatria

Prof. Alberto Gallucci – chirurgo plastico ricostruttivo ed estetico Milano

Dott.. Giuseppe Cusmano-  ospedale Regina Elena – Ifo  reparto neurochirurgia

Premio alla Carriera  prof. Nico Filippo- primario  cardiologo e geriatra  Roma

Dr.ss Paola De Simone –  oncologo e dermatologo del San Gallicano- Regina Elena

Dr. Alessandro Casinelli per la sanità  “gruppo s. Alessandro”  Sora

D.ssa Ale Candelaria Elizabeth – cardiologo Nuovo Regina Margherita Roma – Bolivia

Dr.ssa Elsa Cossu-  oncologo reparto Senologia Ospedale Torvergata Roma  –  Nuoro

Avv. Guido De Santis – legale ASL Frosinone

Dr. Massimo Pompa – reparto endoscopia Ospedale  SS. Trinità  Sora

Dr. Emanuele Proia – dirigente medico di 1° livello di cardiologia  osp. A.G.P. di Piedimonte Matese (CE)

Dr Sergio Grossi – già primario Urologo Roma

Dr. Sarracino Luciano – dirigente di 1° livello  malattie infettive psp. F. Spaziani Frosinone

Dr.ssa Sabrina Farisato idrologa “ Istituto Terme Salus “   Abano Terme

Dr. Roberto Sarra radiologo Ospedale S.Benedetto di Alatri

Ass. Pro Assistenza Sanitaria Stars for peace in the world Roma

Associazione volontariato  “Divina amore “ Roccasecca

 

Presidente onorario dr. Piero Cesari; Presidente prof. Michele Gallucci

Presidente giuria prof. Fausto Russo;  v.Presidente giuria Giacinto Pesci

Promotore del premio Cav.Tony de Bonis ; v. Presidente prof. Gianfranco Tanzi;

Direttore Generale dr. Achille Pagliuca;  presidente “club in” dr. Antonino Lo Monaco

 

Attì

  Continue Reading

Condividi:

Alatri – Donna investita da automobile, non è grave

Ascolta con webReader

L’incidente questa mattina in località “Bitta”, da anni segnalata dai residenti come strada molto pericolosa.

Questa mattina, poco dopo le nove, una sessantenne ex commerciante del posto, è stata coinvolta come pedone in un incidente in località Bitta ad Alatri, mentre attraversava la strada. Secondo una prima sommaria ricostruzione del sinistro, la donna sarebbe stata urtata con uno specchietto da una vettura (Golf) in transito a velocità comunque moderata. Il conducente dell’automobile, dopo l’accaduto, si è immediatamente fermato per prestare i primi soccorsi alla vittima del sinistro, caduta atterra per il colpo subito. Sul posto sono intervenuti una pattuglia della Polizia Locale di Alatri ed un’autombulanza del 118 che ha trasportato la donna in ospedale per le cure. La donna non sarebbe grave e avrebbe riportato ferite lievi e contusioni. Sono diversi anni, comunque, che i residenti segnalano la pericolosità dell’incrocio dove le automobili corrono a velocità del tutto inadeguata per la centralità e la conformazione del luogo.

A.T. Continue Reading

Condividi:

Alatri – Tarcisio Tarquini: “Quanto costa non avere un nuovo Piano regolatore?”

Ascolta con webReader

 Gli interventi di “Alatri in Comune” continuano. Questa volta il tema trattato è il Piano regolatore Generale

Dopo l’altolà del sindaco Morini sulle incalzanti critiche di Iannarilli circa la mancata redazione di un piano urbanistico generale, sul tema interviene anche Tarcisio Tarquini, leader del movimento ‘Alatri in Comune’ che, rispondendo alle affermazioni del Primo Cittadino circa gli elevati costi per l’elaborazione di uno strumento urbanistico nuovo e moderno, ribalta l’analisi, ponendo, invece, l’interrogativo su quanto costi NON realizzarlo. “Non credo che la crescita di una città sia misurabile solo con il dato degli abitanti” esordisce Tarquini, che prosegue: “Non trovo, perciò, interessante la disputa, su cui ci si è intrattenuti sulla stampa nei giorni scorsi, riguardo i 30 mila abitanti da raggiungere o meno, se non si ragiona anche sul contesto territoriale e sull’assetto urbanistico nel quale essi dovranno risiedere, vivere e lavorare. Finora l’espansione demografica della nostra città è stata sostenuta, verso Frosinone, dagli insediamenti abitativi di Tecchiena, e, nel centro storico, dalla forte immigrazione, soprattutto romena, legata alla richiesta di manodopera della nostra impresa edilizia. Nell’uno e nell’altro caso possiamo parlare ormai di fenomeni del passato e perciò di occasioni mancate…È un tema sul quale torneremo. Ma, intanto, deve essere affrontato da subito un punto che rischia di fuorviare il dibattito sull’urgenza di un nuovo e adeguato strumento urbanistico, pensato per favorire lo sviluppo e incoraggiare la riqualificazione dell’intero territorio. Finora, infatti, si sono sentite solo dichiarazioni sul costo vero o presunto di un nuovo piano regolatore, con cifre sparate ai quattro venti, senza precisare cosa ci sia dietro di esse. Ma, in questioni così delicate, l’improvvisazione e i proclami populistici non possono essere accettati, né se arrivano da chi amministra oggi la città, e neppure se provengono da coloro che si candidano a farlo in futuro. Se il discorso del “governo” del territorio deve essere ridotto ad un mero calcolo quantitativo, alla disputa sul “quanto costa farlo”, allora il discorso precipita drasticamente verso il nulla. È evidente- sottolinea l’esponente di Alatri in Comune- che elaborare un nuovo strumento urbanistico ha un costo, in termini di spesa pubblica. È altrettanto evidente che il costo è proporzionale alla qualità dello strumento elaborato. Il nuovo Piano Urbanistico Generale Comunale (PUGC) da solo non basterebbe per un corretto e dinamico controllo del territorio. È necessario dotarsi anche di idonei supporti informatici, legati al nuovo PUGC, come i Sistemi Informativi del Territorio (SIT), strumenti che sono ormai assolutamente consolidati e che anche Alatri ha il dovere di fornire nel pacchetto di servizi offerto ai suoi cittadini. Tutto questo comporta certamente una spesa (peraltro ammortizzabile in più anni): sui giornali abbiamo letto le stime del sindaco Morini che ha parlato della necessità di un milione di euro. E con ciò è sembrato voler chiudere il discorso, sospingendolo nella stratosfera delle buone ma astratte intenzioni. Iannarilli, rispondendogli, troppo facilmente ha giocato al ribasso e ha ribattuto cifre che oscillano dai 200 ai 300 mila euro. Non vogliamo aggiungerci a questo gioco dei numeri, anche se tutti gli esperti che abbiamo consultato sono stati concordi nello stimare che il milione di euro “minacciato” da Morini è una cifra adeguata per un comune di circa 300 mila abitanti, e assolutamente esagerata per uno dieci volte più piccolo. La domanda che a noi pare più urgente è un’altra- conclude Tarquini- ed è la seguente: quanto costa “non” avere un nuovo piano urbanistico? E il costo dell’assenza di questo strumento è superiore o inferiore al costo che si dovrebbe sostenere per averlo? Le valutazioni di tutti, insomma, dovrebbero concentrarsi sulle opportunità di crescita, e perciò di ricchezza possibile, che un moderno piano urbanistico permetterebbe di offrire a tutti i cittadini, agli imprenditori, ai commercianti, agli artigiani, agli agricoltori. E tutti dovrebbero interrogarsi su quanto pesi sulle nostre casse comunali la mancanza di strumenti informativi che consentano una più equa ripartizione nella gestione dei servizi. O anche considerare se sia vero o meno che ogni ipotesi di rilancio della città, della sua economia e del suo turismo – come pure della sua stessa vita associata – risulti compromessa in partenza dalla clamorosa assenza di uno strumento che ne accompagni e guidi la crescita.

Ma, prima ancora di questo, dovremmo tutti riflettere sui danni che l’inoperosità di oggi ribalta sulle generazioni più giovani e su quelle che seguiranno nei prossimi decenni: i nostri concittadini di domani che pagheranno, loro sì interamente e senza rinvii, il nostro uso miope della risorsa territorio. Questa “irresponsabilità” ha riguardato tutte le amministrazioni degli ultimi decenni ed è bene esemplificata dalle ripetute varianti adottate nel tempo, sempre estemporanee e spesso in forte odore di speculazione, che hanno stravolto l’assetto della nostra città chiudendola a ogni prospettiva di sviluppo. Il governo del territorio spetta ai cittadini. Scrivere un nuovo piano regolatore è un atto di grande partecipazione popolare e di responsabilità collettiva. Che è un valore capace di calmierare ogni costo e di far tornare tutti i conti a posto”.

 

A.T. Continue Reading

Condividi: