Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Rubriche”

Questo spazio ospita tutti i contributi di professionisti e amatori delle varie discipline/materie, che desiderino condividere il proprio sapere con gli altri… contributi volontari e molto apprezzati.

Eventi Frosinone – “I ricordi e l’oblio”, omaggio a Mastroianni

Eventi Frosinone - "I ricordi e l'oblio", omaggio a Mastroianni

La “Compagnia Teatro dell’Appeso”, formazione storica del territorio frusinate, giunta al 35° anno di attività artistico-culturale e didattico-pedagogica, fondata e diretta da Amedeo di Sora, presenterà venerdì 15 gennaio 2016 presso l’Auditorium “Paolo Colapietro” di Via Grappelli (zona CAMPO CONI) a Frosinone, alle ore 21:00, lo spettacolo “I ricordi e l’oblio (omaggio a Marcello Mastroianni)”, secondo appuntamento della Rassegna “Nemo profeta”, promossa e organizzata dall’Officina Culturale Casa D’Arte – Compagnia Errare Persona.
Autore e regista dello spettacolo è Amedeo di Sora. Gli interpreti sono: Amedeo di Sora, Andrea Di Palma, Stefania Maciocia e Patrizia Minatta. I maestri Stefano Spallotta alla chitarra e Nicoletta Evangelista al pianoforte, eseguiranno dal vivo una serie significativa di arie musicali, inerenti alcuni tra i più importanti film e spettacoli teatrali che hanno visto Mastroianni protagonista, mentre le immagini video contribuiranno significativamente alla configurazione della “trama” di una storia nata nella nostra provincia e divenuta presto internazionale.
Il risultato è uno spettacolo di grande valenza storico-culturale e di profonda suggestione.
Biglietti: € 10 (intero); € 8 (ridotto).

Rubriche – Pillole di sarcasmo contro il reflusso esistenziale di Paola Manchi

Rubriche
Pillole di sarcasmo contro il reflusso esistenziale
di Paola Manchi

Il vecchietto dove lo metto…

L’Istat ha pubblicato un focus sulle condizioni di vita dei pensionati, anni 2013 – 2014, e scopriamo dalla statistica ufficiale che tenere a casa il nonno pensionato conviene, ma forse non serviva uno studio pieno di grafici e dati per capirlo. Comunque i dati dimostrano che il rischio di povertà è minore per le famiglie con un pensionato in casa, ma anche che è ad alto rischio povertà il pensionato che deve sostenere altri adulti senza reddito. A giudicare dall’analisi, dunque, il pensionato è il complemento di arredo che non può mancare in casa, soprattutto per le giovani coppie che, in attesa dell’agognato posto fisso, possono almeno puntare sul pensionato fisso… molto fisso… possibilmente bloccato in casa per evitare che scappi a godersi la pensione da solo in un paradiso fiscale. Attenzione, però, meglio scegliere un pensionato uomo, perché le donne in Italia valgono meno anche da pensionate. Stando al rapporto, infatti, le donne pensionate percepiscono mediamente 6.000 € in meno all’anno rispetto ai “colleghi” maschi, ma forse la scelta andrebbe fatta considerando anche aspetti non economici. Magari non compensano il gap di 6.000 €, ma certo le tagliatelle di nonna Pina possono da sole spostare la scelta verso una portatrice di pensione più bassa, ma più attiva sul fronte dei lavori casalinghi. Sempre i dati consigliano di scegliere un laureato che, in effetti, oltre ad una pensione più alta, garantisce una buona resa nell'assistenza ai compiti per casa. Insomma, prepariamo una calza molto capiente e proviamo a chiedere alla Befana di portarci un titolare di pensione d’oro o tratteniamo direttamente la Befana, anche se forse, benché nordico, Babbo Natale, in quanto maschio, valeva di più.

RUBRICHE- Personaggi nostrani : Maria Rita Stirpe su Gardenia

Frosinone – La pittrice Maria Rita Stirpe scelta dal periodico “Gardenia” | TG24.info

“L’Arte di Maria Rita Stirpe”, le tavole originali della pittrice ciociara, comporranno l’Agenda Gardenia 2016, rivista leader nel settore della cultura del verde e del giardinaggio in Italia oltre ad essere esposte in mostra al Museo della Grafica di Pisa. Maria Rita Stirpe, pittrice frusinate…

Rubriche – Pillola di Sarcasmo di Fine d’anno

IL RISVEGLIO DELLA PILLOLA . . . DI SARCASMO FINE D'ANNO

Tra le notizie delle feste, ecco spuntare “le vere regole dell’attrazione formulate dagli scienziati” e subito nasce qualche perplessità sull’utilizzo della scienza per spiegare le leggi dell’attrazione. Se vuoi consigli su come risultare attraente non ti rivolgi a uno scienziato che potrebbe anche risultare fuorviante. Gli chiedi come attrarre un corpo e ti risponde di aumentare la massa per sfruttare la gravità… diventi obeso e il corpo desiderato scappa. Ti emozioni parlando di magnetismo dello sguardo e ti consiglia occhiali con montatura di ferro. Del resto, a scorrere le regole viene il dubbio che di scientifico ci sia poco e cresce la speranza che i fondi destinati alla ricerca non siano stati davvero spesi per ricerche finalizzate a dimostrare che il sudore maschile piace, ma solo appena emesso… senza gli scienziati, schiere di uomini avrebbero rischiato di affrontare il rituale del corteggiamento intrisi dell’afrore tipico del sudore stantio. E questo è solo l’inizio. Si passa dalle lacrime femminili che spengono l’attrazione sessuale, al potere attrattivo di una faccia simmetrica, dagli occhiali da sole che ispirano mistero e carisma alla barba che ti fa apparire più attivo, in salute e buon genitore. Dalla University of Texas ci fanno sapere che un rapporto addome-anche pari a 0,7 rende più desiderabili le donne, ma viene il dubbio che data la cucina tipica texana lo studio sia basato sulle rare donne texane con il bacino più ampio della pancia. Scienziati in camice rosso hanno dimostrato che gli indumenti rossi rendono scientificamente attraenti. Chi ha genitori giovani è attratto da volti giovani… ovvero i vizi si tramandano di padre in figlio e se ti piace la ventenne è colpa della mamma ventenne che piaceva a papà. Si finisce con la musica giusta per rimorchiare, ma questa regola viene da uno studio di spotify... scientifico sicuramente.

Mission News Theme by Compete Themes.