0

Carabinieri – L’attività odierna dal Comando provinciale

Ascolta con webReader

Frosinone – Controllo del territorio


COMPAGNIA DI FROSINONE

Due giorni di grande impegno operativo quelli appena trascorsi per i militari della Stazione Carabinieri di Frosinone Scalo che provvedevano:

Ø  in data 7 c.m.  a trarre in arresto un 40enne originario di Napoli, disoccupato, pluricensito. Nella serata di giovedì 7 gennaio alcuni cittadini, agitati a causa del verificarsi negli ultimi tempi di alcuni reati predatori, segnalavano la presenza in via Don Minzoni di un uomo che si aggirava con fare sospetto nei pressi di esercizi commerciali della zona. Immediatamente i Carabinieri della Stazione di Frosinone Scalo, già presenti sul territorio in quanto impegnati nello svolgimento di mirati servizi di prevenzione/repressione del fenomeno, intervenivano sul posto riuscendo a bloccare il predetto accompagnandolo presso gli uffici della locale Caserma. A seguito degli accertamenti esperiti, gli operanti scoprivano che nei confronti dell’uomo gravava un Ordine di Carcerazione del Tribunale di Catanzaro per il reato di“falsificazione dei valori di bollo” per fatti commessi in quella provincia in nel settembre 2013, dovendo lo stesso scontare la pena di anni 1 e mesi 4 di reclusione.

La perquisizione personale, effettuata nell’immediatezza nei confronti del prevenuto, permetteva di rinvenire e sequestrare allo stesso la somma contante di € 500 circa e diversi gioielli da donna di dubbia provenienza il cui valore, in via di quantificazione, dovrebbe attestarsi all’ordine delle migliaia di euro. Al termine delle formalità di rito l’uomo veniva sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Ø  nella mattinata odierna, a deferire all’A.G. un 30enne nigeriano, disoccupato, censito.

Nel corso di servizio perlustrativo automontato una pattuglia della Stazione Carabinieri di Frosinone Scalo notava in via Monti Lepini, all’altezza del ponte dell’Autostrada A/1, un individuo di nazionalità nigeriana muoversi con fare sospetto. Lo stesso, immediatamente raggiunto, veniva trovato con in pugno un sasso di media grandezza, tanto da far intendere che volesse gettarlo giù dal ponte. Immediatamente bloccato e sottoposto a perquisizione personale, l’uomo veniva trovato in possesso di un coltello con lama della lunghezza di cm. 13 celato all’interno del proprio zaino.

Al termine delle formalità di rito, il nigeriano veniva deferito all’A.G. per i reati di “tentato danneggiamento” e “porto di armi ed oggetti atti ad offendere”, nonché segnalato alla locale Questura per l’applicazione del foglio di via obbligatorio.

    

 

COMPAGNIA DI SORA

Nella mattinata odierna in Gallinaro i Carabinieri della Stazione di San Donato Val di Comino denunciavano un 54enne sorpreso alla guida del proprio furgone in evidente stato alterazione psicofisica. L’uomo, dopo aver acconsentito all’accertamento con etilometro, più volte insufflava all’interno dello spirometro, in maniera volutamente dolosa, una quantità insufficiente d’aria così da falsare la verifica del suo stato di ebbrezza alcolica. La patente di guida veniva ritirata ed il furgone posto sotto sequestro.

 

COMPAGNIA DI ALATRI

-Nella serata di ieri in Veroli i militari della locale Stazione, in esecuzione ordine di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria di Frosinone, traevano in arresto un giovane di origini albanesi da anni residente nella cittadina ciociara. Lo stesso è stato condannato ad espiare una pena di anni due e mesi sei di reclusione, nonché alla multa di euro 3.000,00, in quanto resosi responsabile, nell’anno 2014, del reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

 

-Nella mattinata odierna in Trevi nel Lazio i militari della locale Stazione traevano in arresto, in flagranza di reato, un 43enne di origini albanesi in Italia senza fissa dimora, responsabile di inosservanza del provvedimento di espulsione dal territorio nazionale. L’uomo, rintracciato dai militari operanti e sottoposto a controllo e identificazione, risultava colpito da un provvedimento di espulsione emesso dalla Questura di Napoli in data nell’anno 2010.

 

-Nella mattinata odierna in Fiuggi i militari della locale Stazione, impegnati in un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, controllavano ed identificavano tre cittadini stranieri di origini nigeriane in prossimità di obiettivi sensibili, senza giustificato motivo.

Nei confronti dei predetti, che non davano esaustive giustificazioni della loro presenza in loco e ricorrendone i presupposti di legge, veniva inoltrata proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Fiuggi  per anni tre.

 

-Nel pomeriggio odierno in Trivigliano i Carabinieri di Guarcino, in esecuzione ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, traevano in arresto un 41enne domiciliato presso la Comunità “In Dialogo” di Trivigliano. L’uomo, condannato alla reclusione di anni due e mesi dieci per rapina, lesioni personali e estorsione, reati commessi nell’anno 2014, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell’A.G..

 

COMPAGNIA DI ANAGNI

Durante la serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Piglio traevano in arresto un 59enne  poiché, in evidente stato di agitazione, con un machete minacciava di morte due congiunti per problemi insorti a seguito di una successione ereditaria, tanto da costringere le vittime a rinchiudersi in casa in attesa dell’intervento risolutivo dei militari operanti. Il 59enne, arrestato per minacce, atti persecutori  e molestie, veniva ristretto presso le camere di sicurezza del Comando Compagnia Carabinieri di Anagni, in attesa del rito direttissimo. Il machete utilizzato nell’aggressione veniva sottoposto a sequestro.

 

 

COMPAGNIA DI CASSINO

I Carabinieri della Compagnia di Cassino proseguono con regolarità i servizi di prevenzione dei reati in genere, in particolare contro il patrimonio ed in materia di sostanze stupefacenti, in occasione del fine settimana. Nell’occorso sono stati predisposti servizi di pattugliamento sulle principali arterie che attraversano la giurisdizione della Compagnia, mediante l’attuazione di posti di controllo tesi alla captazione di soggetti di interesse operativo, incrementando i servizi di vigilanza nei pressi di centri commerciali, istituti di credito, ed i controlli delle persone sottoposte agli arresti domiciliari o a misure di prevenzione. I militari locale Compagnia proponevano alla Questura di Frosinone sei persone, di cui una straniera, poiché notate aggirarsi intorno ad abitazioni isolate e ad attività commerciali.

Inoltre, nel corso dei numerosi controlli effettuati alla circolazione stradale, veniva segnalato alla Prefettura di Frosinone, quale assuntore, un giovane 30enne che a seguito di perquisizione personale e veicolare veniva è stato trovato in possesso di gr.0,35 di sostanza stupefacente del tipo eroina, sottoposta a sequestro.

Condividi:

Lascia un commento