0

Regione Lazio – Ok alla lotta contro amianto e smog

Ascolta con webReader

Avenali e Valentini, consigliere PD in Regione, plaudono alle decisioni della Giunta Zingaretti in tema ambientale.

 

Con l’approvazione di due Ordini del Giorno sottoscritti assieme a numerosi colleghi della maggioranza, la Regione Lazio si impegna in modo chiaro e lungimirante ad assumere misure per contrastare lo smog, quali la promozione di mobilità nuova, verde urbano e capitale naturale, fondamentali per dare l’avvio ad una serie di interventi diretti ad accrescere innovazione e sostenibilità nella nostra Regione” dichiarano congiuntamente Cristiana Avenali, Consigliera regionale del Partito Democratico e Coordinatrice della Commissione Ambiente e Agricoltura del PD Lazio, e Riccardo Valentini, Consigliere regionale del Partito Democratico.

Nel primo Ordine del Giorno approvato – illustrano i Consiglieri – prendendo come punto di partenza l’Accordo globale sul clima siglato a Parigi a dicembre del 2015, si impegna la Giunta a promuovere interventi innovativi: tra questi, lo sviluppo di una mobilità nuova, a basso impatto, che prevede percorsi ciclabili, istituzione delle “Zone30”, ed il raggiungimento di un Target di mobilità volto alla riduzione dei mezzi privati.

Una serie di interventi che migliorano la qualità dell’aria e contribuiscono al contrasto dell’inquinamento, oltre che essere un vettore di sviluppo culturale e favorire servizi di qualità ai pendolari, ai viaggiatori ed ai turisti del Lazio. Inoltre – proseguono Avenali e Valentini – viene promossa la regolamentazione del verde urbano, fondamentale per la riqualificazione ambientale e paesaggistica e per l’assorbimento delle emissioni climalteranti. Infine, si avvia l’importantissimo processo di costituzione di un bilancio economico ambientale della Regione Lazio, che includerà input e output ambientali, un passaggio centrale per affermare la valutazione economica del Capitale Naturale”.
cristiana avenali
Continua la Consigliera Avenali: “Il secondo Ordine del Giorno invece è volto al sostegno delle attività del Centro Regionale Amianto e del Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale, due istituzioni fondamentali per il lavoro di censimento dell’amianto nel Lazio, propedeutico ad avviare le bonifica e lo smaltimento delle enormi quantità di “fibra killer” ancora presenti sul territorio regionale”.

Non possiamo e non dobbiamo dimenticare la necessità di lavorare per contrastare l’inquinamento e lo smog, nonostante il valore delle polveri sottili sia rientrato, come Regione abbiamo un compito importante e dobbiamo programmare politiche di prevenzione e contrasto, per non trovarci più di fronte a situazioni emergenziali come quella appena passata. La COP21 di Parigi chiede un’azione sinergica di tutti i livelli amministrativi, vista la stretta integrazione tra le misure dirette al contrasto dei cambiamenti climatici e gli interventi locali anti inquinamento, e come istituzione non possiamo che agire in fretta e convintamente per un Lazio più sostenibile”.

Informator Frusino

Condividi:

Lascia un commento