Press "Enter" to skip to content

Fiuggi – Si tenta l’alleanza con la Russia per il rilancio

Condividi:
Ascolta con webReader
Si terrà sabato 16 gennaio a Fiuggi l’incontro con rappresentanti dell’ambasciata della Federazione Russa per costruire le basi di un’associazione provinciale per avviare sinergie internazionali.

 

 

Lanciare una nuova alleanza commerciale ed istituzionale tra l’Italia,  in particolare la provincia di Frosinone, e la Russia, atta a favorire la Cooperazione e la crescita economica nei territori. Questo lo scopo dell’incontro  promosso da Giancarlo Pacitto, consulente di marketing e comunicazione, dopo un viaggio studio perlustrativo in Russia. E’ noto, infatti, che in seguito alle sanzioni imposte dalla Ue alla Russia, nell’ormai lontano 2014, la risposta da parte del governo russo è stata un pesante embargo su gran parte dei prodotti agroalimentari provenienti da Paesi UE. Ciò ha causato danni enormi alla nostra economia, a quelle aziende che si rivolgevano verso il mercato russo, un mercato vasto ed importante. Le esportazioni italiane sono infatti scese dell’11,6% a quota 9,5 miliardi ed il made in Italy ha accusato una flessione del 30 % con perdite di circa 3 miliardi di euro, stando alle stime emanate dal nostro stesso Governo nazionale. “A pagare di più le conseguenze di questo embargo– dichiara Pacitto – sono state le aziende italiane, e soprattutto del centro sud Italia. Basti pensare, infatti, che l’embargo russo si riferisce soprattutto alla vendita di prodotti freschi, quali latticini e derivati, frutta, agrumi, verdure ed ortaggi. Mesi addietro alcuni amministratori di regioni del Nord, dimostrando lungimiranza ed interesse per i territori, si sono recati a Mosca per trattare con il governo russo un eventuale sblocco dell’embargo, per le sole aziende del nord. Il nostro auspicio, dunque, è che per altri territori e per le nostre aziende, e per il Paese tutto, si possa riprendere un interscambio commerciale verso il mercato russo, tra i principali mercati di destinazione delle nostre merci. Sono tante le associazioni che oggi in Italia, insieme ad alcune sensibilità politiche, si stanno facendo promotori verso il governo e la UE per l’eliminazione delle scellerate sanzioni alla Russia (e, conseguentemente, per la fine dell’embargo russo), a beneficio della nostra economia nazionale, delle nostre aziende”.

Questa iniziativa ciociara al 100%, quindi, vuole favorire la ripresa dei rapporti commerciali e di amicizia con una Nazione importante come la Russia. La crescita e lo sviluppo non possono prescindere dalle relazioni internazionali, soprattutto con quei Paesi amici,con i quali risulta esserci storicità di rapporti di fiducia, reciproco rispetto, proficuo interscambio commerciale e culturale. E’ per questo che nell’intento degli organizzatori, la Ciociaria deve partecipare, anche attraverso l’associazionismo e una corretta comunicazione, alla discussione sull’importanza del rilancio delle relazioni Bilaterali tra Italia e Russia per superare quelle criticità che, dovute ai cambiamenti epocali in atto, alla crisi economica, alla svalutazione del rublo e alle sanzioni hanno determinato reciproche problematicità e penalizzazioni soprattutto al nostro sistema produttivo. La nascita di un’associazione vicina all’Ambasciata, quindi, diventa non solo strategica ma  lungimirante.

 

Informator Frusino

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mission News Theme by Compete Themes.