Press "Enter" to skip to content

Una piazza virtuale per i diritti #SvegliatItalia

Condividi:
Ascolta con webReader
In piazza, anche virtuale, per chiedere diritti senza discriminazioni.

 

 

Oggi moltissime piazze italiane sono teatro di una pacifica manifestazione #SvegliatItalia a favore di una regolamentazione dei diritti delle coppie indipendentemente dall’orientamento sessuale. La Costituzione all’art. 3 recita che “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza
distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. E’ compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica,
economica e sociale del Paese”. Ma in Italia ancora non è così. Non si scende in piazza “contro” qualcuno, nè tantomeno contro la famiglia tradizionale dal momento che ogni cittadino, ogni umano(tranne una piccola minoranza di casi specifici) proviene da una coppia eterosessuale e infatti in piazza oggi è pieno anche di famiglie eterosessuali che non si sentono messe in pericolo ne si sentono minacciate dalla concessione di diritti anche ad altri individui… per chi non può essere in piazza oggi questo spazio funga da piazza virtuale, mettete un mi piace simbolico se non siete contrari a che le coppie di fatto possano avere tutele e diritti, come andare a trovare ed accudire il partner in ospedale, sostenersi a vicenda economicamente, e altre cose di civile rispetto….i diritti non sono una quantità limitata per cui se li do a qualcun altro li tolgo a me stesso. no, i diritti sono universali ed infiniti, per fortuna. Molti pensavano che i neri non avessero pari diritti rispetto ai bianchi una volta. molti pensavano che le donne non avessero pari diritti rispetto agli uomini una volta. troppi ancora oggi pensano che i gay non abbiano pari dignità di un eterosessuale e siamo nel 2016…e non ve lo dice un attivista, uno che manifesta, che fa politica. ve lo dice un semplice cittadino incapace di provare odio o indifferenza per altri esseri umani…

Mission News Theme by Compete Themes.