Press "Enter" to skip to content

Frosinone – Rotatoria Madonna della Neve: si o no?

Condividi:
Ascolta con webReader
Il Comune ha deciso di completare il processo per rendere urbano l’intero tratto della Monti Lepini che va da Frosinone Scalo a Madonna della Neve. Una nuova rotatoria tra plausi e polemiche.

 

20160131_134232 20160131_134357

Da qualche giorno è spuntata all’improvviso una nuova rotatoria, l’ultima che completerà “l’urbanizzazione” della Monti Lepini, escludendo l’ “intoccabile” semaforo del casello A1 a Frosinone. Parliamo di Madonna della Neve, dove sono stati posti dal Comune dei separatori e canalizzatori del traffico in plastica bianca e rossa per ridisegnare il nuovo incrocio che, in qualche settimana, vedrà sparire il semaforo (già spento) e comparire una vera e propria rotatoria. Certo è che il punto è davvero complesso in quanto in esso convergono molte strade, la SS.155 da Alatri, la diramazione Sr 214 per Veroli/Sora, via Tiburtina verso De Matthaeis, via Madonna della Neve che collega a Via Marco Tullio Cicerone (Casilina), via Livio De Carolis verso Colle Cottorino e Cimitero, insomma un vero e proprio crocivia da rebus. E’ per questo che per anni i disagi per la regolazione ideale del semaforo sono stati tanti: l’ultima modifica delle precedenze, però, con il verde contemporaneo sia per chi proveniva da Alatri in direzione Frosinone Monti Lepini (dritto), per chi svoltava verso Frosinone De Matthaeis (svolta a sinistra), sia, infine, per chi saliva dalla Monti Lepini verso le direzioni Alatri e Sora, aveva davvero creato il caos. Forse anche per questo motivo tecnico, affiancato dal meno “lecito” delle pressioni dei residenti per rendere più appetibili le proprie abitazioni sul mercato immobiliare, il Comune ha deciso di agire e ha scelto questa opzione, che forse sarà meno costosa e più veloce, ma lascia aperti alcuni dubbi e perplessità. Uno fra tutti, l’isolamento del popoloso quartiere di Colle Cottorino, che ad oggi si troverà tagliato fuori senza delle accortezze tecniche che agevolino i pedoni. Altra perplessità, ma questa va prima verificata perché al momento i lavori sono davvero agli inizi, riguarda chi proviene da De Matthaeis e vuole svoltare (una volta a sinistra) verso la Monti Lepini che, ad oggi, con le istallazioni provvisorie, è costretto a fare un percorso abbastanza più lungo prima in direzione Alatri/Sora, poi indietro verso la Monti Lepini e la Casilina. Un sottopassaggio come ai Cavoni, forse, sarebbe stato il progetto più utile, sia per la fluditià del traffico, sia per la vita del quartiere, sia per la limitazione dei rumori e dell’inquinamento. Ovvio, però, che ci sarebbero voluti più soldi e, visto come vanno le cose nelle opere pubbliche, anche molto più tempo. Per cui cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno e notiamo come già nei giorni scorsi il traffico veicolare sia più fluido sullo snodo. Speriamo che le installazioni temporanee non diventino permanenti o che non ci si metta mesi (o anni) per completare la nuova rotatoria. A voi i commenti

madonna neve semaforo

Informator Frusino

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mission News Theme by Compete Themes.