Press "Enter" to skip to content

Carabinieri Prov. Frosinone: la giornata

Condividi:
Ascolta con webReader

COMPAGNIA DI ANAGNI

–     nell’ambito delle iniziative connesse con il “Progetto di informazione al Cittadino” promosso dal Comandante Provinciale dei Carabinieri di Frosinone e disposto dal Comando Compagnia di Anagni, nella serata del 18 febbraio il personale di quella Compagnia ha incontrato i cittadini residenti nella frazione di Tufano di Anagni presso la sala parrocchiale della Chiesa Santa Maria Imperatrice di quel borgo. Nel corso dell’incontro sono state illustrate ai partecipanti notizie di carattere generale sulle modalità di intervento dell’Arma dei Carabinieri, le tipologie di truffe perpetrate ai danni di anziani e tematiche correlate alla sicurezza in casa, in strada e sui mezzi di comunicazione. Più specificatamente si è posto l’accento sulla nozione di “Polizia di prossimità” con l’obiettivo di realizzare la “centralità del cittadino” mediante articolati piani di prevenzione ed il costante contatto con la popolazione che le Forze dell’Ordine possono conseguire solamente dimostrando vicinanza, disponibilità e professionalità. Molti sono stati i quesiti rappresentati dai circa 100 partecipanti che si sono dimostrati molto interessati soprattutto sui suggerimenti dati dai relatori ed in particolare sulle modalità di richiesta degli interventi e sulle indicazioni circa le condotte da adottare per difendersi dalle truffe, dai furti e dai reati contro la persona, accogliendo con favore e disponibilità l’invito a collaborare con le Forze dell’Ordine in qualità di “Sentinelle della sicurezza.”

–     pomeriggio di ieri in Anagni, i militari della locale Stazione, davano  esecuzione ad un provvedimento di allontanamento dall’abitazione familiare con divieto di avvicinamento ad uno stretto congiunto nei confronti di un 31enne del luogo . Il provvedimento veniva emesso dal Tribunale di Frosinone che accoglieva integralmente le risultanze investigative degli operanti compiute in seguito a continui maltrattamenti, minacce, lesioni ed ingiurie poste in essere dal suddetto,  ora trasferitosi in un’altra Regione presso l’abitazione di un familiare;

–     tardo pomeriggio di ieri in Paliano, i militari della locale Stazione, traevano in arresto F.B., 54enne del luogo, in esecuzione di specifico ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Velletri (RM), dovendo scontare una pena residua di mesi 6 per abbandono di persona. L’arrestato, ad espletate formalità rito, veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Frosinone;

COMPAGNIA DI ALATRI

 

–     mattinata odierna in Alatri, i militari della locale Stazione, unitamente a quelli del NORM della Compagnia, nell’ambito di predisposti servizi antidroga,  segnalavano alla Prefettura – Ufficio territoriale del Governo di Frosinone ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 309/90 due giovani del luogo trovati in possesso di materiale contenente residui di sostanza stupefacente del tipo “crack”, da poco utilizzata,  sottoposto a sequestro;

–     mattinata odierna in Veroli, i militari della locale Stazione, nel corso di servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano una cittadina rumena già censita, mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate di quel Centro. Ricorrendone i presupposti di legge, la stessa veniva proposta per l’irrogazione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno in quel Comune per anni tre;

COMPAGNIA DI PONTECORVO

–     mattina odierna in Pontecorvo, i militari della locale Stazione, fattivamente collaborati da quelli del NORM della Compagnia, traevano in arresto poiché resosi responsabile dei reati di “furto aggravato, riciclaggio, porto illegale di armi comuni da sparo in luogo pubblico e detenzione illegale di armi e munizioni”. Le immediate attività di indagine svolte dai Carabinieri a seguito del furto di un motociclo di proprietà di un 48enne del luogo, consentivano di accertare la responsabilità  dell’arrestato che, subito dopo la commissione dell’azione delittuosa e l’occultamento del motociclo, armato di una pistola si dava precipitosa fuga a bordo di una autovettura. Il dispositivo attuato dai militari operanti consentiva il rintraccio ed il contestuale arresto del giovane, nonché il rinvenimento:

–     del motociclo rubato, occultato in un appezzamento di terreno adiacente all’abitazione del proprietario;

–     di un’autovettura oggetto di furto in data 12 febbraio 2016, con all’interno altre targhe asportate in data 13 febbraio 2016 ad altra autovettura;

–     all’interno di un capannone, di una pistola del tipo “revolver”, vari proiettili a salve, numerosi parti metalliche di arma da fuoco, n. 1 coltello e frecce per balestra.

La successiva perquisizione estesa all’abitazione del giovane consentiva inoltre di rinvenire altre parti meccaniche per pistola.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva associato presso la Casa di prima accoglienza di Roma.

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mission News Theme by Compete Themes.