Press "Enter" to skip to content

Frosinone –Ascensore inclinato, persone bloccate più volte, è giallo

Condividi:
Ascolta con webReader
L’infrastruttura più “maledetta” della provincia continua a far discutere. Nuovi blocchi e persone “rinchiuse” fanno montare le polemiche (di nuovo).

 

 

Non è proprio fortunata l’Amministrazione Ottaviani che da anni tenta disperatamente di avviare la regolare funzionalità del cosiddetto Ascensore Inclinato, la cabinovia che collega o dovrebbe collegare il centro storico di Frosinone alta con via Aldo Moro, la parte commerciale del capoluogo. Dopo averlo riaperto e inaugurato per l’ennesima volta, infatti, pochi giorni addietro, a causa dei lavori necessari a mettere in sicurezza la struttura che transita proprio sotto il viadotto Biondi (crollato da anni), sono diverse le segnalazioni di blocchi improvvisi, due dei quali hanno visto protagonista anche il segretario cittadino dei Giovani Democratici, Marco Tallini che passa subito all’attacco. Dopo aver raccolto altre 2 segnalazioni di altrettanti cittadini allarmati, infatti, il giovane dem ha testimoniato con fotografie i continui blocchi che, a quanto racconta, avvengono sempre nel medesimo punto del percorso, il che fa presupporre un problema specifico e non la “manutenzione ordinaria” di cui parlano dalla Giunta. Nella giornata odierna, tra l’altro, tra le persone rimaste bloccate e poi liberate dall’addetta c’era anche una mamma con una neonata che per fortuna non hanno avuto problemi. “Per queste ragioni – dichiara Tallini- consiglio a persone anziane, bambini (che vanno accompagnati) e persone con difficoltà motoria o di salute, di evitare l’ascensore inclinato fino ad ulteriori notizie ed interventi da parte delle autorità preposte, senza tuttavia fare allarmismo”. Vediamo se nei prossimi giorni dall’amministrazione verranno presi provvedimenti ufficiali. To be continued…

ascensore inclinato scale  ascensore vista

bimba ascensore

Informator Frusino

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mission News Theme by Compete Themes.