Press "Enter" to skip to content

Carabinieri- Controllo del territorio, la giornata

Condividi:
Ascolta con webReader

FROSINONE – CONTROLLO DEL TERRITORIO 25 FEBBRAIO 2016

 

COMPAGNIA DI CASSINO

 

–       pomeriggio di ieri in Picinisco e Villa Latina, i militari della  Stazione di Picinisco, traevano in arresto nella flagranza dei reati di “detenzione illegale di armi e munizioni e per la loro ricettazione”, un allevatore 48enne. Nell’ambito delle attività predisposte dal Comando della Compagnia di Cassino, volte a infrenare il fenomeno della caccia di frodo e delle conseguenti stragi di cani per avvelenamento, venivano effettuati serrati controlli nei confronti dei detentori di armi da caccia su alcuni abitanti della Valle del Comino. A tal proposito, nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita dai militari del Comando Stazione Carabinieri di Picinisco presso un capannone adibito a stalla sito in quel comune, un allevatore di 48enne  di Villa Latina veniva trovato in possesso di un fucile monocanna cal.36 e numerose cartucce di calibro 32 e 12, illegalmente detenute. Il ritrovamento del suddetto munizionamento, di calibro diverso rispetto all’arma rinvenuta, faceva insospettire oltremodo gli operanti che estendevano la perquisizione anche presso il domicilio del prevenuto sito nel comune limitrofo di Villa Latina. Durante la successiva perquisizione i Carabinieri rinvenivano, nascosto all’interno del camino, un fucile sovrapposto cal.12, il cui calibro corrispondeva al munizionamento precedentemente ritrovato, che tuttavia presentava la matricola abrasa sia sul castello che sulle canne. Nella circostanza  veniva rinvenuto un altro fucile ad aria compressa cal. 4.5, relativo munizionamento e numerose cartucce per arma da fuoco, di vario calibro (si allega foto delle armi sequestrate). Oltre alla detenzione di un’arma dalla matricola abrasa e quindi illegale, l’interessato risultava sprovvisto anche della relativa licenza per la detenzione o il porto delle restanti armi e munizionamenti rinvenuti e, per tali motivi, stante la flagranza dei reati, veniva immediatamente tratto in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari;

–       decorsa notte perveniva alla Centrale operativa della Compagnia Carabinieri di Cassino una richiesta di aiuto da parte di un professore universitario residente a Pisa, il quale riferiva di essere caduto accidentalmente mentre passeggiava lungo un marciapiede del centro abitato di Cassino. Lo stesso aggiungeva di non essere in grado di precisare il luogo ove si trovasse e chiedeva di essere soccorso poiché non in grado di muoversi.  L’operatore di turno, dalle poche informazioni ricevute dal malcapitato, riusciva immediatamente ad individuare il posto dell’accaduto ed ad inviare una pattuglia del NORM che poco dopo lo soccorreva in una stradina poco illuminata del centro. Sul luogo veniva fatto intervenire il personale del 118 che provvedeva a trasportare il professore presso il  pronto soccorso dell’ospedale di Cassino ove i sanitari, a causa delle lesioni riportate, lo trasferivano presso il reparto di ortopedia dell’ospedale di Frosinone;

COMPAGNIA DI ANAGNI

–        mattinata odierna in Ferentino,  i militari della locale Stazione, traevano in arresto in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un 50enne domiciliato nella cittadina ernica e responsabile di “atti persecutori, lesioni personali aggravate e violenza privata” commessi nei confronti della moglie separata. Il provvedimento veniva emesso dal Tribunale di Frosinone che accoglieva integralmente le risultanze investigative degli operanti. L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva tradotto in regime degli arresti domiciliari presso la sua abitazione sita in altra Regione;

COMPAGNIA DI SORA

–       ieri mattina presso il Comando Stazione Carabinieri di Isola del Liri il dirigente scolastico di quel centro denunciava il furto di n. 6 giochi in plastica da esterno (scivoli, altalene, cavalli a dondolo e panche), asportati da ignoti  dall’area ludica della scuola materna. Le immediate indagini intraprese dai militari permettevano, già nel pomeriggio, di individuare un 45enne del luogo quale autore del furto. Lo stesso,  che custodiva presso la propria abitazione la refurtiva, ammetteva la responsabilità dell’azione delittuosa e, pertanto, veniva deferito in stato di libertà per “furto aggravato”.   Tutti i giochi venivano restituiti al dirigente scolastico e ricollocati nella scuola per la felicità dei bambini;

 

COMPAGNIA DI PONTECORVO

 

–       decorsa serata in Ceprano, i militari della locale Stazione, traevano in arresto un 57enne di Ceccano perché ritenuto responsabile del reato di “tentata spendita e introduzione nello stato di monete falsificate”. I militari operanti accertavano che il prevenuto aveva tentato di perfezionare degli acquisti all’interno di un esercizio pubblico del luogo, pagando con una banconota da euro 50,00, palesemente contraffatta. La conseguente perquisizione personale permetteva di rinvenire ulteriori nr.2 banconote da euro 50,00 palesemente contraffatte e grammi 2,5 di sostanza stupefacente del tipo “hashish”,  pertanto veniva anche segnalato alla competente Autorità amministrativa quale assuntore di stupefacenti. L’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari;

 

COMPAGNIA DI ALATRI

 

–       tardo pomeriggio di ieri latri, i militari del NORM – della locale Compagnia, deferivano in stato di libertà un 26enne cittadino rumeno residente a Frosinone, poiché responsabile dell’inosservanza degli obblighi derivanti dalla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio. Lo stesso, già sottoposto alla misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Alatri per anni tre, irrogata in data 14 gennaio 2014 dalla Questura di Frosinone, veniva controllato dai militari operanti nel territorio di quel Comune;

 

–       primo pomeriggio odierno in Alatri, i militari della locale Stazione, rinvenivano in area boschiva della località San Leonardo, tre polli sgozzati e due calici contenenti del sangue animale. I polli, verosimilmente utilizzati per il compimento di riti esoterici, venivano rimossi a cura del personale del servizio veterinario della A.S.L. di Frosinone, per il conseguente smaltimento.

 

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mission News Theme by Compete Themes.