0

Alatri –  Un monumento alla memoria nel campo di internamento

Ascolta con webReader
Sabato 2 aprile 2016, alle ore 10.45, nel piccolo piazzale antistante l’ingresso al campo si svolgerà l’inaugurazione del monumento alla memoria tanto voluto da Carlo Costantini e dalla ANPC

 

Il momento tanto atteso dall’associazione Partigiani e dal suo riferimento provinciale Carlo Costantini, ma anche da tanti appassionati che da anni si occupano di riscoprire la storia del campo profughi (o meglio di internamento) de Le Fraschette, è arrivato. Proprio lì sorgerà il monumento alla memoria che arriva da un concorso appositamente creato e vinto dal giovane architetto Nicolò Troianello. Sabato 2 aprile 2016, alle ore 10.45, nel piccolo piazzale antistante l’ingresso al campo delle Fraschette di Alatri (Fr) si svolgerà l’inaugurazione del monumento che intende celebrare la memoria di quanti subirono, negli anni che vanno dal 1942 al 1976, la deportazione, la prigionia, l’essere profugo nella propria patria.  Un monumento che vuole ricordare le vicende di coloro che sono transitati in questo campo d’internamento che, seppure segnato dal degrado e piegato dall’incuria, rappresenta ancora oggi un momento della Storia del nostro Paese e che racconta di episodi e di avvenimenti ritornati alla luce dopo lunghi periodi di oblio. L’opera è il frutto dell’ingegno dell’architetto Nicolò Troianiello, che ha vinto un concorso di idee bandito nel 2010 dalla sezione di Frosinone dell’Associazione Nazionale Partigiani Cristiani con la partecipazione attiva della Regione Lazio ed è stata realizzata dal giovane artigiano di Alatri Stefano Frusone.

troianello e costantini

Il vincitore, Arch. Troianello, e Carlo Costantini ANPC

La costruzione del monumento è stata finanziata per intero dalla Banca Popolare del Frusinate che, con grande attenzione e sensibilità, non solo ha reso possibile la realizzazione dello stesso, portando a compimento un vecchio progetto dell’Anpc, ma ha contribuito anche allo svolgimento dell’ultimo convegno di studi sul campo delle Fraschette, che ha visto la partecipazione di qualificati relatori.

Tra l’altro, l’amministrazione comunale di Alatri ha richiesto al Demanio la concessione –a titolo gratuito- dell’intera area dell’ex Campo e la stessa ha richiesto il finanziamento del Ministero dei Beni Culturali per la ristrutturazione di un edificio dell’ex Campo da adibire a “Museo della Memoria”. La partecipazione alla cerimonia di inaugurazione è aperta a tutti coloro che hanno nel cuore i sentimenti della libertà e che vogliono, allo stesso tempo, ricordare senza retorica la memoria del campo delle Fraschette e impedire il ripetersi di altri, simili accadimenti.  Viva soddisfazione è espressa dalle associazioni e dai privati che da anni si dedicano alla scoperta di notizie, storie e verità sul campo e che organizzano convegni, iniziative e pubblicazioni in merito.

 

Andrea Tagliaferri

 

 

Condividi:

Lascia un commento