0

Alatri – Ida Minnocci difende la scelta di correre con Ernico Pavia

Ascolta con webReader
Dopo le dure accuse della lista pro Morini, il vertice di Programma Alatri risponde a tono e conferma le proprie motivazioni.

 

 

Che suscitasse scalpore e qualche critica era chiaro a tutti. Ma forse gli esponenti di Programma Alatri, con a capo Ida Minnocci, non si aspettavano un attacco frontale degli ex compagni di amministrazione di Morini e la sua maggioranza. In una nota affidata alla stampa, è proprio la dottoressa Minnocci, candidata a ricoprire la carica di vice sindaco nel caso di vittoria di Ernico Pavia, ad esprimere tutto il rammarico per le parole lette nel comunicato stampa diffuso nei giorni scorsi dalla lista Alatri Unita, Morini Sindaco. “Quanta amarezza leggendo le dichiarazioni della lista del sindaco uscente Morini […] Che caduta di stile quando si parla di un accordo Pavia- Cittadini facendo finta di dimenticare che il candidato sindaco di Programma Alatri era “ Ida Minnocci” e non Patrizio Cittadini, con una evidente nota discriminatoria nei confronti delle donne, che vengono considerate da Morini e Co. come delle figure di secondo piano […]. Voglio capire ed in parte giustificare da parte vostra il tirare in ballo sempre e comunque Patrizio Cittadini anche quando non ce ne è bisogno, ma forse è il vostro inconscio che parla perché consapevole dei grandi meriti avuti da chi ancora oggi è considerato dai più il vero fautore della rinascita di Alatri.  Che non c’è odio e/o rancore verso alcuno lo dimostra la mia intervista ad Ernica TV dove dichiaravo che nella competizione elettorale non esistono nemici, ma avversari che meritano rispetto se non altro per aver avuto il coraggio di mettersi in gioco. Non siamo contro nessuno semplicemente siamo per una buona amministrazione, cosa che a voi non è riuscita, ma nulla di personale. Sin dall’ inizio della campagna elettorale ho fatto appello alle realtà civiche per una unione basata sull’intesa programmatica e di buon governo, la coalizione dell’avvocato Pavia ha risposto, punto! Per quanto riguarda l’aver rinunciato alla candidatura a Sindaco è stato semplicemente un atto d’amore nei confronti di una città che non merita personaggi attaccati alle poltrone ed al tornaconto personale, se gli elettori lo vorranno sarò onorata di fare il vice sindaco in un contesto di totale collaborazione paritaria con Pavia, per poi scambiarci i ruoli tra cinque anni. Non abbiamo svenduto nulla– conclude la Minnocci- Programma Alatri rappresenta la pietra d’angolo della coalizione, è una realtà storica che a dispetto di tanti dura da più di venti anni e che continua a guardare al futuro della Città orgogliosa del suo passato, lo stesso non si può dire di altri”.

 

A.T.

Condividi:

Lascia un commento