0

Alatri – Malandrucco e Giansanti sul pericolo dei viale Francia e Germania

Ascolta con webReader
Segnalazione delle candidate a sostegno di Enrico Pavia, su un’annosa questione in località Tecchiena.

 

 

Viale Francia e Viale Germania nel cuore di Tecchiena, si riapre la polemica sul passaggio dei mezzi pesanti e dell’enorme flusso di traffico. A fare la denuncia Angelica Malandrucco e Marta Giansanti rispettivamente candidate nelle liste “Alatri Nostra” e “Noi per Alatri” con Enrico Pavia Sindaco. <Preso atto del silenzio assordante dell’attuale amministrazione relativamente alle legittime e reiterate proteste dei cittadini residenti nelle “Villette di Tecchiena” e considerato l’impegno politico e sociale che da sempre ci contraddistingue, vogliamo portare alla ribalta dell’opinione pubblica la grave situazione di continuo pericolo in cui vivono gli abitanti della zona appena descritta. Ci appare appena necessario ricordare che specialmente nelle ore pomeridiane e serali, moltissimi automobilisti pur di evitare il traffico della Strada Statale 155 ed il semaforo di Tecchiena, pensano bene di attraversare a velocità molto sostenuta, Viale Germania e Viale Francia creando grave pericolo per l’incolumità dei residenti specialmente i più piccoli. Tante sono state le promesse dall’attuale amministrazione: tutte puntualmente disattese! Ora non c’è più tempo per qualsivoglia decisione in merito e proprio per questo le sottoscritte fanno di questo problema il proprio problema, e ci faremo promotrici di qualsivoglia iniziativa idonea alla risoluzione della problematica cercando di restituire un po’ di tranquillità ai concittadini che in queste zone hanno scelto di vivere. Il nostro obiettivo sarà quello di porre in essere i mezzi e gli strumenti necessari a variare l’attuale assetto stradale e senso di circolazione, se necessario anche creando sensi unici o inversioni di senso di marcia che scoraggino i soliti furbetti che, a scapito dei diritti e della sicurezza altrui, trasformano questo bel quartiere, popoloso e tranquillo in una specie di veloce circuito automobilistico cittadino>.

Condividi:

Lascia un commento