0

Alatri – Elezioni: Morini fa il pienone a Tecchiena

Ascolta con webReader
Avviata la campagna elettorale ufficialmente per il sindaco uscente. Presentate le sei liste a sostegno, tra candidati, amici e tanta gente comune.

 

 

20160516_214108Un segnale  rincuorante è arrivato dalla presentazione ufficiale delle liste e l’apertura della campagna elettorale dell’Ing. Morini, candidato del centro sinistra e sindaco uscente. Il ristorante di Tecchiena, ormai divenuto fulcro degli incontri elettorali per diversi candidati e schieramenti, ha registrato il tutto esaurito, tra la folta schiera di candidati delle sei liste a sostegno, amici e simpatizzanti. I rappresentanti della giunta erano tutti presenti al gran completo, sia chi concorre di nuovo, sia chi non si ripropone agli elettori. Il sostegno della squadra, insomma, non è mancato. E il sindaco ha fatto gli onori di casa con accanto, per tutta la serata, l’Assessore Regionale Mauro Buschini (PD), anch’egli alatrense, che ha parlato a chiudere il comizio, dopo un Morini davvero carico, ironico in alcuni passaggi, pungente contro i concorrenti in altri. Dapprima il sindaco ha presentato una ad una le sue liste a sostegno: Partito Democratico, Alatri Unita, Alleanza per Alatri, Socialisti Riformisti, Sanità nel Cuore e Progetto Alatri dando la parola ad ognuno dei candidati per un flash di presentazione, e ai capi lista per un breve discorso. Poi l’ing. Morini ha cominciato un comizio fiume che ha toccato, ripercorrendolo, tutto il vecchio programma elettorale per dimostrare, a suo dire, che è stato in gran parte realizzato e chiedendo un secondo mandato per completarlo. ‘Alatri è rinata’, questo il motto della serata e dell’incontro, senza rimandare al futuro come fanno gli altri candidati che chiedono il cambiamento, e ribadendo quanto fatto fino ad oggi “con tanti sacrifici”. Il Sindaco ha toccato anche temi delicati sui quali i concorrenti lo pungolano da un po’, il caso Acea cercando di spiegare nuovamente il proprio comportamento tenuto negli anni, la difficile situazione della Casse comunali addebitata ai predecessori, la sua supposta assenza dagli uffici comunali e attaccando senza remore una parte degli schieramenti avversi, in particolare chi ha già governato nei decenni precedenti. La corsa è partita e le fila sono serrate, ora partirà una serie di incontri nelle contrade, a cura delle varie liste che cercheranno di portare acqua al mulino “comune”, Morini appunto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Andrea Tagliaferri

Condividi:

Lascia un commento