0

Elezioni – Alatri: si parlerà di Europa con l’eurodeputato Castaldo (M5S)

Ascolta con webReader
L’incontro è organizzato dai 5 stelle per parlare di fondi europei e sportello europa. Appuntamento in pieno centro alle ore 21.

 

riccardo gatta e frusone«La tematica dei fondi europei non va sbandierata per millantare coperture economiche relative a progetti di qualsiasi natura, come purtroppo alcuni politici fanno» avverte il candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle Riccardo Gatta. A ribadirlo e a rilanciare proposte efficaci, insieme al Movimento 5 Stelle di Alatri e a Gatta, interverranno domani 1 giugno alle ore 21, di fronte al bar “L’incontro”, nei pressi della piazza Santa Maria Maggiore, il portavoce all’Europarlamento Fabio Massimo Castaldo e il deputato Luca Frusone, in un appuntamento di dialogo con la cittadinanza sul tema dei fondi europei che, ad oggi, rappresentano un’esigenza improcrastinabile di sviluppo sia per il settore pubblico che per i privati.
La nostra proposta – dichiara Gatta – parte dall’installazione dello “Sportello Europa”, quale strumento organico al Comune, utile al conseguimento di due obiettivi: intercettare le risorse comunitarie in maniera sistematica e fornire servizi specialistici ad imprese e professionisti. Lo slancio per raggiungere tali traguardi arriverà anche dalla creazione di partenariati e collaborazioni con altri Comuni, imprese e associazioni del territorio. In questi casi, non solo l’unione fa la forza, ma aumenta notevolmente la disponibilità di poter ottenere finanziamenti europei». Gatta enuncia poi i settori verso cui sono stati stanziati fondi europei già utilizzabili per portare a temine opere necessarie: l’energia, con l’efficientamento degli impianti e l’edilizia, correlata alla salute dei cittadini, con la bonifica degli edifici che contengono amianto. «Oltre ai benefici economici e all’impatto sociale positivo di un approccio competente ai fondi europei – conclude Gatta –  il vantaggio di un’amministrazione a 5 Stelle, che coniuga la ricezione dei fondi alla trasparenza delle scelte e dei conti, produrrebbe meno burocrazia, più lavoro, meno sprechi e più opere utili alla cittadinanza».

 

Condividi:

Lascia un commento