0

Cassino – In ricordo di Cotek8, educazione stradale e motori

Ascolta con webReader

La storia di Cinzia una vita sospesa….

social cotek8Potrebbe sembrare il titolo di un film, ma purtroppo è il titolo di una storia vera, quella di Cinzia, figlia, sorella , madre e compagna che vive ormai la sua vita in sospeso nel limbo tra a vita e la morte senza più alcun contatto con la vita terrena.

Cinzia è stata vittima di un incidente stradale , 16 mesi fa , ha lottato duramente per salvarsi , è rimasta in vita ma nello stato vegetativo , e così oggi la vita di Cinzia e dei suoi cari e lì sospesa senza possibilità di risveglio ed in attesa che il suo debole corpo si lasci andare ad un mondo migliore.

La storia di Cinzia non è unica, ce ne sono a centinaia, troppo spesso le vittime della strada, della distrazione, dell’abuso di alcool e di droghe , della alta velocità e spessissimo semplicemente del mancato rispetto delle regole della strada, restano nel limbo del stato comatoso – vegetativo o con gravissime conseguenze che riducono la qualità della vita alle sole funzioni vitali.

Tragedie che si consumano lentamente, che fermano la vita di intere famiglie a quel maledetto giorno dell’incidente …. Ma di questo ne è consapevole solo chi vive ed ha vissuto una esperienza simile.

Questa è la riflessione che vuole mettere sul tavolo quest’anno la Associazione Motoristica Cotek8, mettendolo al centro del convegno che si integra perfettamente nella 11 edizione della Manifestazione Motoristica Cotek8 in ricordo di Simone Celletti, per portare avanti il progetto di creare una cultura della sicurezza stradale per combattere l’incidentalità.

Manifestazione organizzata in collaborazione con la Neuromed , con L’ACI di Frosinone e con il patrocinio del Comune di Cassino.

Nel convegno, che si terrà sabato 11 alle ore 18,00 presso la Biblioteca Comunale di Cassino, saranno trattate le sfaccettature di questo caso, il lato umano ed empatico a cura della Vicepresidente dell’Associazione Monaco Maria Rosaria, il lato medico sociale a cura del Dott. Edoardo Romoli.

Direttore Sanitario I.R.C.C.S. Neuromed, che ha avuto in cura Cinzia nel reparto riabilitativo , ed infine il lato legale a cura del Avv. Florindo Biasucci che spiegherà le varianti apportate dall’inserimento dell’omicidio stradale.

Un momento di conoscenza e formazione perché ognuno dei partecipanti porti con se la consapevolezza di quanto, rispettando le regole della strada, si possa fare per contenere il numero sempre più alto di vittime da incidenti stradali. Un numero a cui ha dato già molto , anzi troppo, la nostra provincia in questo anno corrente.

 

A.T.

Condividi:

Lascia un commento