0

Alatri – Morini attacca Pavia e i suoi sull’aggressione al proprio sostenitore

Ascolta con webReader

A poche ore dal fattaccio accaduto durante un comizio di Ernico Pavia a Tecchiena, con il pestaggio dell’autista della vela elettorale di Giuseppe Morini, che aveva interrotto il dibattito inveendo contro la d.ssa Minnocci, Giuseppe Morini va giù duro contro la coalizione dell’avvocato Pavia e di Programma Alatri. Davanti ad un folto pubblico raccolto nell’area mercatale di Chiappitto, infatti, il sindaco uscente e candidato per la rielezione, ha iniziato il proprio intervento accusando la coalizione avversaria di scorrettezza e di “abitudini” al di là delle regole e della legalità. Applaudito più volte dai suoi sostenitori, Morini ha sottolineato come l’aggressione al proprio autista della vela pubblicitaria, rappresenti un “avvertimento” inquietante e che deve far riflettere sui metodi antidemocratici degli avversari. Passato questo tema, Morini ha ripreso i temi caldi di questa campagna elettorale, concentrandosi sulle risposte alle critiche più diffuse ed elencando quanto fatto in questi cinque anni passati in ogni settore, dalla cultura alla tenuta economico finanziaria dell’ente, passando per le opere realizzate e quelle ancora da completare. In sostanza Morini è tornato a chiedere ai cittadini di Alatri di dargli fiducia per altri cinque anni così da permettergli di completare quella “rinascita” che la città, a suo dire, ha già ingranato e che va solo completata. Al suo fianco, come sempre in tantissimi appuntamenti elettorali, l’assessore regionale Mauro Buschini.

A.T.

Condividi:

Lascia un commento