0

Rubriche – Ritratti da dentro: Marco Ceci

Ascolta con webReader

Marco ceci Nato ad Alatri l’ 11 maggio 1975 “Se questo é SOLO un uomo”


<considerate se questo é un uomo che lavora nel fango Che non conosce pace Che lotta per mezzo pane Che muore per un si o per un no> -Primo Levi-

 

Per la prima volta nel mio scrivere, lascio un rigo bianco qui su, un rigo bianco che contiene l’ineffabilitá che mi sovviene non potendo, appunto, esprimere con parole umane quello che marco mi ha dato conoscendo così concretamente la sua anima! Marco é una persona che non dice mai frasi del tipo:’sono troppo vecchio per realizzare i miei sogni’, oppure, ‘ é troppo tardi, avrei dovuto farlo da giovane’; semplicemente perché lui ha già soddisfatto i suoi desideri e non sarà mai grande abbastanza per poter realizzare i suoi sogni, perché con spirito d animo e tenacia Marco li ha già realizzati. A renderci capaci di qualsiasi cosa non é la forza di cui disponiamo, ma l intensità del nostro desiderio. Prendi un tizio qualunque e convincilo a sudare per imparare a fare una cosa qualsiasi senza passione, né riparliamo! Anni addietro sicuramente non immaginava di poter essere ciò che é oggi, aldilà della formazione lavorativa, della grande esperienza culturale e di vita, aldilà della grande passione per i cani che vengono trattati come é giusto e meraviglioso che sia, lui oggi é quello che non credeva di essere: un uomo speciale. C’é, insita in lui, un umanità che ti fa spalancare gli occhi, di fronte a tale grandezza rimani spiazzato. Il problema non era diventare di più o di meno il problema era essere diverso essere il vero lui, un uomo vero che riceve tanto e rida il doppio. Solo il desiderio, con metodo, fede, Coraggio, forza d animo e con le giuste persone che tisostengono e amano trovi la forza. Ma a differenza di tanti la forza l ha trovata solo dentro di sé. Ma comunque perdona gli altri,non perché meritano il perdono, ma perché tu meriti la pace. É come vedere un mondo in un granello di sabbia e un paradiso in un fiore selvatico, tenere l infinito in un palmo della mano e l eternità in un ora. Beato colui che pone i suoi desideri e si eleva e si accontenta delle sue piccole gioie, sperando sempre nel vantaggio senza mai far conto della propria esperienza negativa. Quindi a rigor di logica come possono essere buone le cose se non c’é bene in chi le fa? Ciò che rende l uomo ciò che É, é la propria volontà che spinge ad agire secondo ratio e intellectum senza mai negare se stesso, agendo per il bene! Si vive male, ci lamentiamo di tutto, non abbiamo mai abbastanza.. Ma come non vi accorgete di quanto il mondo sia meraviglioso? La vita è una, capito bene ?? UNA! E dobbiamo sprecare questo dono cosi? Qua ci deprimiamo per niente e chi sta morendo di cancro si attacca alle briciole che trova,fa di tutto per rialzarsi anche se vede che non ce la fa… Perdere un amico, una madre, un fratello, è terribile il peggio che possa succedere perché finché c’è vita c’è speranza ma quando vedi che anche questa finisce ti scoraggi ma NO! TI GARANTISCO IO che dopo questa vita c’è tanto si trova l’amore che in terra non hai mai conosciuto si trova la pace che hai sempre voluto.. Niente è dato al caso siamo qui per fare grandi cose, finiamolo dignitosamente questo passaggio. Sbaglia, capisci, chiedi scusa, rimedia ai tuoi errori! Cadi, rialzati più forte che mai! Tirate fuori denti ed unghie per difendere il giusto e non per sotterrare chi ce la fa sempre perché è più forte, siate forti anche voi, che alla fine la vita vi ripaga!!! Grande é Marco , che non perde il suo cuore da bambino!

 

Valeria Santucci

Condividi:

Lascia un commento