0

Rubriche – Ritratti da dentro: Gabriella Arcese

Ascolta con webReader
Nata ad Alatri il 20 settembre 1983- “Finalmente ho raggiunto il mio traguardo”

“Finalmente ho raggiunto il mio traguardo” la frase che tutti vorremmo dire, ma che mai nella vita diremo. La pensiamo, la sognamo, riusciremo comunque a raggiungere il nostro scopo, ma non ce ne accorgeremo mai.

Ogni giorno é l’ inizio del tuo giorno, la vita è più complicata di quello che ci sembra, sii però sempre te stessa lungo la strada. Vivendo fino in fondo lo spirito dei tuoi sogni, fa di ogni passo una tua scelta, crea te stesso e assumitene l’intera responsabilità.

Parlo di una Donna che decise di avventurarsi negli inospitali territori della vita.

Il suo obbiettivo è avanzare a tutti i costi, raggiungendo con calma, fiducia e serietà, il suo traguardo. D’ un tratto però ci si ferma, non perché si èstanchi, non perché ci si arrende, ma uno dei grandi svantaggi del perseguire la vetta è quello di non vedere cosa perdiamo durante la scalata. Si perde il tempo, l’ anima, l’ amore per se stessi, perchè si avanza talmente velocemente da lasciare indietro ciò che conta veramente: il nostro io.

Ci perdiamo per trovare la gioia, e il bene degli altri.

Questo capita a chi, come Gabriella, si dà, dà tutta se stessa, con cuore e devozione per il lavoro.

Lei non sapendolo, il suo traguardo l’ha ormai raggiunto, ma non se ne è accorta, in lei non c’è limite nel fare bene.

Non esiste un punto e si ferma, esiste il punto e virgola e si continua.

Per dire in modo semplice quello che ha da dire, parla sinceramente, come i pensieri le vengono, fino a poco fa questo era il linguaggio universale per tutti noi, adesso si è tramutato in una lingua morta, la verità nel mondo non esiste più.

Ma per Gabriella questo è uno di quei giochi che sa di perdere, ma lei gioca lo stesso, non si sa mai!

Pensandola mi viene in mente quel detto africano:” Se le donne abbassano le braccia, cade il cielo”

La sua grinta non si ferma, quindi la mia testa è salva dalla collisione!!!

Vi è al mondo una strada, un’unica strada che nessun altro può percorrere salvo te: dove conduce? Non chiedertelo più, continua a camminare che la tua bussola funziona bene!

Grazie Gabriella!

 

Valeria Santucci

Condividi:

Lascia un commento